cottanera-etna-bianco

Cottanera Etna Bianco DOC 2015

€18.50

 

PRODUTTORE: Cottanera

CLASSIFICAZIONE: Etna bianco DOC

VITIGNO: prevalentemente di uve carricante

ZONA DI PRODUZIONE: : Castiglione di Sicilia

 

Un grande bianco frutto di una selezionata scelta di uve di carricante. Gli aromi sono variegati e spaziano dagli agrumi freschi (soprattutto il pompelmo) a note leggermente vegetali e, soprattutto con l’invecchiamento, acquisiscono caratteri tipici di idrocarburi. L’evoluzione riduttiva si manifesta con note minerali del tipo “pietra focaia” che svaniscono nel bicchiere lasciando spazio all’originalità. All’assaggio ha grande corpo ben sorretto dall’acidità che conferisce alla degustazione una rara freschezza e lunghezza.

Quantità:

Categorie: , .

Informazioni aggiuntive

Peso 1.20 kg

Numero di bottiglie: 12.000
Nome del vigneto: Iannazzo
Altitudine: 700
Resa per ettaro: 90 quintali
Sistema di allevamento: cordone speronato
Densità di impianto: 5700 piante per ettaro
Vinificazione: fermentazione a temperatura controllata a 17° C.
Macerazione: a freddo in pressa per 24 ore
Affinamento: in acciaio sui lieviti
Filtrazione: a cartucce
Alcool: 13°
PH: 3,35
Acidità Totale: 6,,0 g/Lt
Tipo di suolo: lavico-alluvionale
Epoca vendemmiale: ultima settimana di ottobre

Gambero rosso 2013 2/3 bicchieri
Bibenda-Ais 2012 4/5 grappoli
Veronelli 2013 89/100
Robert Parker 2012 90/100
Espresso 2013 4/5 bottiglie

Scorre l'Etna nella linfa dei vigneti di Cottanera che, con la sua viticoltura di frontiera, rappresenta una delle più interessanti realtà del panorama enologico italiano e internazionale. Quelli di Cottanera sono vigneti che sorgono sulla pietra lavica, a 700 metri sul livello del mare, lungo le pendici settentrionali del vulcano, e che si avvitano con il respiro dell'Etna diventando lo specchio di un territorio unico, prezioso, suggestivo e ricco di fascino. Il nome, scelto dall'azienda, è legato a un antico borgo rurale che limita i vigneti di famiglia lungo la riva del fiume Alcantara.
Cottanera è un gioiello di 100 ettari tutti accorpati, dei quali 65 vitati.
I vigneti e la cantina si trovano a Castiglione di Sicilia (CT), dove, quindi, si svolgono tutte le fasi della filiera dalla raccolta all'imbottigliamento.
"Per guardare al futuro non possiamo non tenere conto dell'educazione che abbiamo ricevuto. La terra, come mi ha insegnato mio padre, è un bene inestimabile, perché è il principio di ogni cosa e di ciò che saremo", questa la filosofia aziendale che Guglielmo ripeteva e che ha voluto trasmettere ai figli.
È stato lui il primo a scommettere sul valore di quelle terre nere. Siamo negli anni Novanta quando Guglielmo, insieme al fratello Enzo, decide di convertire quello che era un noccioleto in un grande vigneto, i primi impianti riguardano i vitigni internazionali poi, nel corso degli anni, si aggiungono gli autoctoni, i vitigni storici dell'Etna: il nerello mascalese, il nerello cappuccio e il carricante.
Oggi, dopo la scomparsa di Guglielmo, Cottanera è guidata dal fratello Enzo e dai figli del suo fondatore: Mariangela, Francesco ed Emanuele.