serracontessa

Serra della Contessa – Etna Rosso 2012

€45.00

 

  PRODUTTORE:  Benanti

  CLASSIFICAZIONE: Etna Rosso DOC

  VITIGNO:  Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio

  ZONA DI PRODUZIONE: Monteserra, versante est dell’Etna, Viagrande

Quantità:

Categorie: , .

Informazioni aggiuntive

Peso 1.2 kg

Alla fine dell'800 Giuseppe Benanti, nonno dell'attuale Giuseppe, avviò la produzione di vini in un antico podere del padre alle pendici dell'Etna, a Viagrande (Catania). Nel 1988 Giuseppe Benanti riprende l'antica passione di famiglia, dando inizio ad un'approfondita selezione dei terreni etnei altamente vocati alla vitivinicoltura e alla ricerca di particolari cloni di vitigni autoctoni e di nuove tecniche enologiche attraverso cui riprodurre le antiche fragranze con l'ausilio delle più moderne tecniche di vinificazione, come in un perfetto connubio tra storia e realtà. Uno studio che, durato cinque anni, ha portato alla produzione di vini dal gusto unico, capaci di ricreare antichi sapori e di mantenerli intatti nel tempo.

Denominazione: Etna Rosso DOC
Zona di produzione: Monte Serra, il cono vulcanico alla quota più bassa nel versante est dell’Etna nel Comune di Viagrande (CT)
Altitudine: 500 m s.l.m.
Clima: è quello di alta collina, con notevoli sbalzi di temperatura tra giorno e notte
Terreno: sabbioso, vulcanico, ricchissimo di minerali, a reazione sub acida
Vitigni: Nerello Mascalese (Negrello) allevato ad alberello. Nella zona etnea è il vitigno principale. Ha grappolo medio, compatto. Acino di media grandezza, buccia di colore blu chiaro, molto pruinosa, di sapore dolce, molto tannico. Nerello Cappuccio o Mantellato allevato ad alberello. Si ignora quale sia il luogo di origine. Ha grappolo medio, corto, compatto. Acino medio, buccia di colore blunero, di sapore dolce, poco tannico.
Densità d’impianto: circa 8.000 piante per ettaro
Resa per ettaro: 55 q.li.
Età di vigneti: 100 anni, in parte, con viti franco di piede
Vinificazione: le uve, vendemmiate a fine settembre, vengono vinificate in rosso con lunga macerazione del mosto con le bucce in vitini di rovere da 52 ettolitri.
Maturazione: dopo la malolattica, il vino viene travasato in piccole botti da 225 litri dove rimane per oltre un anno.
Affinamento: in bottiglia per almeno 12 mesi
Durata: si giova di una lunga permanenza in bottiglia, diventando più austero e maturo dopo 4-5 anni dalla vendemmia.

Il nome Serra della Contessa compare per la prima volta su un documento
notarile redatto in latino e risalente all’anno 1474.

Caratteristiche organolettiche:
Colore: rosso, rubino carico
Odore: etereo, intenso, con sfumature di more selvatiche, pesca, legno nobile
Sapore: pieno, armonico, di notevole persistenza al gusto, giustamente tannico.
Gradazione alcolica: 13,5% vol.
Temperatura di servizio: 18-20°C. Servire in calici adatti a vini
rossi di corpo
Abbinamenti gastronomici: si abbina ottimamente con la selvaggina, con carni e salse elaborate e con formaggi stagionati.