Vino Etna Rosso Vino Franchetti

Franchetti 2012 Etna Rosso DOC

€130.00

 

PRODUTTORE: Passopisciaro


  CLASSIFICAZIONE: Etna Rosso DOC

   VITIGNO: 70% petit verdot e 30% Cesanese D’Affile

  ZONA DI PRODUZIONE: Passopisciaro, Castiglione di Sicilia

E’ un vino di struttura dalle spiccate note di canfora, frutti rossi affumicati e fiori di sambuco.

2 disponibili

Quantità:

Categorie: , .

Informazioni aggiuntive

Peso 1.2 kg

La cantina di Passopisciaro è stata fondata nel 2000 dal produttore di vini originario della Toscana Andrea Franchetti. La cantina si trova sul fianco nord dell’Etna, a 1000 metri. La zona vitata è di circa 26 ha, tra i 500 e i 1000 mt e la produzione annua è di circa 70 mila bottiglie di pregiati vini dell'Etna.

La Passopisciaro produce vini con i vitigni nerello mascalese, chardonnay, petit verdot e cesanese d’Affile.
Gli impianti di nerello mascalese sono ad alberello tra i 500 mt e i 1100 mt.; ripide terrazze a 1000 mt. per lo chardonnay, petit verdot e cesanese d’Affile allevato a doppio guyot piantati a 1000 mt.
Il terreno è vulcanico, ricco di minerali, molto fertile e ben drenato. I crus più alti sono ghiaiosi, quelli più bassi sono a grana fine come la polvere.
La densità d’impianto è di 12300 piante per ettaro, mentre per il nerello la densità è di 8000 piante per ettaro.
Vendemmie tardive, potature e diradamenti estremi producono rese bassissime di frutta concentrata.
L’altitudine fa sì che ci sia una grande escursione termica tra il giorno e la notte: i vigneti sono sottoposti a uno sbalzo che prima li paralizza, poi gli fa distillare profumi alterati, estranei da quello che verrebbe dal normale metabolismo di una pianta siciliana.
Dal 2008 vinifichiamo separatamente 4 contrade o crus di nerello mascalese: ciascuna si trova su una colata lavica con minerali, granulometria e altitudini diverse. Alcune vigne hanno più di 100 anni e sono pre-filossera. Dal 2011 c’è un quinto cru: Contrada Guardiola.

Varietà: 70% Petit Verdot e 30% Cesanese D’Affile
Vendemmia: 26 e 27 Ottobre 2014
Vigneti: 2 ha con una densità di circa 12.300 piante per ettaro
Età delle Vigne: 13 anni
Altitudine: 900 metri slm
Resa: 17 quintali/ha
Fertilizzazione: Nessuna
Trattamenti: propoli, estratto di semi e argilla
Vinificazione: Fermentazione alcolica in botti d’acciaio per 14 giorni circa
Invecchiamento: In barriques nuove di rovere francese per circa 6 mesi e 14 mesi in vasche di cemento
Imbottigliamento: durante la luna calante di maggio 2016
Produzione: 3000 bottiglie

Il petit verdot è stato colto il 26 e 27 Ottobre mentre il vigneto spingeva ancora nuovi elementi nella frutta, il metabolismo era tutto in ascesa: nel vino manca quindi qualsiasi nota di surmaturo. Quando si versa, il liquido nero è lussuoso, senza grassi. Si sente la canfora, l'aroma di frutti rossi un po' affumicati e il fiore di sambuco, poi sta gonfio nel bicchiere; lo si assaggia, si vede che la dovizia del vino viene dall'enormità della struttura, potentemente estesa verso il basso con una carpenteria che seguiamo guidati dal piacere e dalla curiosità.
Alla fine sono ricolme la bocca e la mente.